Buddha
26 Giugno 2017
Attenzione
10 Luglio 2017
Visualizza tutto

Azione

Azione :

Quando si agisce cresce il coraggio, quando si rimanda

cresce la paura.
Il rimandare è legato alle nostre ansie e paure, al nostro

perfezionismo.
Molte persone passano la loro vita nella terra del

”un giorno lo farò”, come lo scrittore Franz Kafka,

famoso nel rimandare le cose.

Rimandare una cosa semplice la rende difficile.

Rimandare una cosa difficile la rende im possibile.

Ciò che non inizia mai richiede più tempo per

esser terminato.

Riflessioni :

La maggioranza delle persone hanno l’abitudine di

aspettare e quindi di procrastinare l’azione, poichè

aspettano di diventare perfetti prima ancor di iniziare.

Questo tipo di credenza porta quasi sempre al fallimento

di svariati progetti, in quanto si perde un enorme quantità

sia di tempo che di energia, e a volte anche di denaro che

non arriva per causa di mancata azione.

Si diventa più bravi attraverso l’allenamento, la disciplina,

l’esperienza.

Ma coloro che rinviano l’attivazione di progetti, in realtà

lo fanno poichè sanno che nell’iniziare un qualcosa di nuovo,

spesso ci proietta fuori dal controllo delle abitudini e come si

dice in gergo, al di fuori della nostra zona di confort.

La zona di confort è la più comoda prigione che possediamo,

poichè subdola, insomma una vera trappola.

Non significa, come credono alcuni che non dobbiamo più

beneficiare delle comodità, anzi il contrario, perchè se vogliamo

ottenere risultati mai ottenuti, dobbiamo iniziare a fare cose

che non abbiamo mai fatto e soprattutto, dobbiamo diventare le

persone che abbiamo scelto di divenire.

Della serie, risultati diversi, pensieri, parole ed azioni diverse.

Tutto ciò all’inizio può apparire non facile, poichè usciamo dal

conosciuto per addentrarci nello sconosciuto.

Ma sappiamo bene che per arrivare a poter conoscere un amico,

dobbiamo ricordarci che avevamo di fronte un estraneo che poi

è diventato amico.

Fare il passso dallo sconosciuto al conosciuto risulta essenziale,

il suggerimento è iniziare col primo passo.

 

7 Commenti

  1. Marisa ha detto:

    Veritá assoluta ….

  2. Marisa ha detto:

    Verità assoluta….

  3. Silvia ha detto:

    vero, a volte stiamo male ma abbiamo paura ad uscire dalla “zona di confort”.
    che poi, così confortevole non è!
    ma non riusciamo a valutare le conseguenze del prendere decisioni diverse, assurdo stiamo male ma restiamo lì.

  4. Lucia D'Ignazi ha detto:

    Ogni volta che sono uscita dalla zona di confort ho avuto un miglioramento nella mia vita e una crescita personale….ma sinceramente faccio sempre un po’ fatica…vengo dalla scuola del “passo a seconda della gamba”

  5. Assunta ha detto:

    Ver se quello che facciamo non ci piace o soddisfa ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *